Assistere in famiglia: Istruzioni per l’uso

Book Cover: Assistere in famiglia: Istruzioni per l'uso

Manuale di educazione terapeutica:

  • finalizzato a supportare caregiver e assistenti familiari nella cura di persone con bisogni assistenziali anche complessi
  • realizzato dall'ASL di Brescia
  • utilizzabile dagli operatori sanitari nelle fasi di insegnamento delle tecniche
  • consultabile dai familiari
  • articolato nelle seguenti schede:

Guida per genitori

Book Cover: Guida per genitori

Il bambino e la sua famiglia - Guida pratica per genitori

Opera a cura della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, della Federazione Italiana Medici Pediatri e della Società Italiana di Medicina Perinatale con il coordinamento scientifico del dottor Giuseppe Di Mauro. Con il patrocinio del Ministero della Salute e la collaborazione dell’Associazione Italiana Genitori

Riproponiamo per i genitori un aggiornamento di quello che è stata la nostra storica guida “Da 0 a 6 anni”. Per questa nuova edizione ci siamo affidati al lavoro dimoltissimi autori, veri e propri esperti, ciascuno nel proprio campo: pediatri di famiglia di lunga esperienza, esperti in formazione, educazione alla salute e comunicazione, persone abituate da molti anni a risolvere in ambulatorio o a domicilio i problemi, semplici e complessi, che si pongono quotidianamente a chi affronta il difficile compito di genitore. Di ciò bisogna essere grati alla Società Italiana di Pediatra Preventiva e Sociale e alla Federazione Italiana Medici Pediatri, che hanno promosso e sostenuto questa iniziativa, e agli autori, che hanno tenuto conto per

la stesura dei contenuti dei diversi indirizzi delle scuole pediatriche, delle evidenze scientifiche disponibili e della consolidata tradizione italiana nel campo dell’alimentazione e della cura del bambino.

Si è rinnovato quindi, alla luce delle novità emerse in questi anni, uno degli strumenti di formazione ed educazione alla salute più preziosi e completi, sempre ben strutturato e organizzato, con una veste grafica e iconografica nuova e fresca, facile da consultare, facile da capire.

Clicca qui per accedere alla guida

BPCO: manuale di educazione terapeutica

Book Cover: BPCO: manuale di educazione terapeutica

ll manuale di educazione terapeutica "LE VIE AEREE: CONCORDIAMO LA ROTTA PER GESTIRE LA BPCO" è rivolto alle persone affette da BPCO ed è finalizzato a fornire informazioni utili a migliorare la conoscenza e la gestione della malattia e, di conseguenza, la qualità della vita. Utilizzato da MMG/medici ospedalieri e loro collaboratori infermieri e tecnici della riabilitazione, come supporto all'attività di educazione terapeutica, anche in relazione all'attuazione del PDTA della BPCO e  il cui impatto è mostrato nei rapporti dell'ASL di Brescia

Argomenti: Istruzioni per l’uso della guida; Che cos’è la BPCO; Anatomia delle vie respiratorie; La respirazione; Come ci si ammala di BPCO, quali sono i fattori di rischio; Come si manifesta la malattia; Che decorso può avere la malattia; Esami da seguire per la diagnosi e il monitoraggio della malattia; Il respiro… dipende dallo stile di vita; Stop al fumo; Alimentazione; Igiene ambientale; Igiene personale e abbigliamento; I viaggi; Il movimento; L’attività sessuale; La postura; Imparare a liberare le vie aeree; Il follow up; Riacutizzazioni; Avvisare il medico in caso di…; La terapia della BPCO; Modalità d’uso dei farmaci inalatori; Il vaccino antinfluenzale e antipneumococcico; Norme generali sulla corretta conservazione dei farmaci a casa; L’ossigeno-terapia; La ventilazione meccanica; La riabilitazione; Misurazione soggettiva della dispnea.

Pubblicazione a stampa a cura dell'ASL di Brescia, realizzata con il coordinamento del Dipartimento Cure Primarie (Fulvio Lonati) e del SITRA (Simonetta Di Meo e Milena Guarinoni) e la collaborazione di referenti dei MMG e specialisti pneumologi,  infermieri e tecnici della riabilitazione operanti presso ASL, MMG e strutture; immagini di Silvia Maschietti.

Accedi al manuale

Segnalato da Fulvio Lonati fulvio.lonati@gmail.com

Io Caregiver dalla A alla Z

Book Cover: Io Caregiver dalla A alla Z

Io caregiver dalla A alla Z: storie, suggerimenti, emozioni, informazioni ... e altro

Raccoglie e analizza, in ordine alfabetico, parole che ricorrono nell'esperienza dei caregiver familiari, con l'obiettivo che si possano riconoscere nelle emozioni, nel bisogno di informazione, nei problemi e nelle soddisfazioni che può dare il “lavoro” di cura. 

Le situazioni e le esperienze di vita, di salute, di malattia, di assistenza sono una diversa dall’altra; possono riguardare neonati, bambini, ragazzi, adulti, anziani, con o senza prospettive di guarigione: la rubrica offre la possibilità di trovare la parola di cui si ha bisogno in un determinato momento per capire qualcosa di più di ciò che si sta provando, sentendo, vivendo o per avere indicazioni concrete su "come muoversi".

Pubblicazione realizzata dall’Azienda Sanitaria Locale di Brescia 

Autori: Silvia Biatta, Silvia Ciaccio, Mariella Corti, Simonetta Di Meo, Donatella Galizzi, Fulvio Lonati

Segnalato da Fulvio Lonati - fulvio.lonati@gmail.com

Disturbi dell’apprendimento

Book Cover: Disturbi dell'apprendimento

PDT Ospedale-Territorio a cura del “Journal Club of Pediatrics” (Responsabile: dr.ssa Iride Dello Iacono)

"I Disturbi Specifici dell’Apprendimento"

Cambiamenti che il PDTA intende indurre:

  • inappropriata o ritardata utilizzazione dei test di screening e test diagnostici
  • ritardata valutazione degli indicatori di apprendimento e comportamentali
  • inappropriata o ritardata richiesta di visite specialistiche
  • inappropriata o ritardata prescrizione di terapie logopediche
  • non corretta valutazione della gravità e della previsione dell’evoluzione del disturbo nel tempo

Destinatari: pediatri di famiglia e ospedalieri, neuropsichiatri infantili, psicologi,  medici di medicina generale, ma anche pazienti e loro caregivers, docenti della scuola primaria, responsabili di Commissioni, managers del SSN.

Scopo del PDTA:

  • selezionare gli interventi efficaci e sicuri per la gestione dei disturbi specifici dell’apprendimento in età pediatrica
  • individuare eventuali fattori di rischio
  • definire i criteri di invio ai Centri di 2° e 3° livello
  • realizzare un approccio condiviso tra pediatri di famiglia, ospedalieri e neuropsichiatri infantili

Autore: Antonella Casani

Segnalato da Carmen Verga - vergasa@virgilio.it