Nuovi Master per Infermieri di Famiglia e Comunità

La sanità punta alla rivoluzione nell’assistenza territoriale e, con il “Decreto Rilancio”, apre le porte al territorio.

“Questo passo riconosce la necessità già scritta da Governo e Regioni nel Patto per la salute 2019-2021 di introdurre a pieno titolo la figura dell’infermiere di famiglia/comunità. E non solo come supporto alla prima linea di COVID-19 che si sposta ormai sul territorio, ma anche per l’assistenza sempre necessaria a cronici e fragili non Covid”.

– Barbara Mangiacavalli, presidente FNOPI –


L’Infermiere di Famiglia e di Comunità e agli altri attori delle cure primarie rappresentano la risposta concreta al mutato contesto sociosanitario per garantire la continuità assistenziale.

Riprendiamo quindi il monitoraggio delle iniziative di formazione post-universitaria dedicate all’Assistenza Primaria con la pubblicazione-aggiornamento di schede informative online delle realtà che hanno aperto le iscrizioni per l’anno 2020-2021:

Invitiamo a segnalare a
segreteria@aprirenetwork.it 
altre iniziative formative post-laurea
dedicate all’Assistenza Primaria

APRIRE si rende inoltre disponibile a promuovere la costruzione di un network fra le Università che hanno attivato i master per la formazione nell’Assistenza Primaria al fine di favorire:

  • Il confronto fra i referenti delle diverse sedi formative
  • l’unificazione delle denominazioni dei corsi,
  • l’allineamento dei contenuti e dei programmi
  • la socializzazione di supporti didattico/formativi
APRIREnetwork ad agosto va in vacanza
e augura buone ferie estive a tutti i suoi iscritti!
.. Alla prossima News di settembre!

Polifarmacoterapia nelle persone anziane: appropriatezza e riconciliazione terapeutica

E’ online il 16° capitolo del Manuale per operatori “Educare alla salute e all’assistenza redatto da Pietro Delgiudice, Luca Arnoldo, Pierfrancesco Tricarico, Giovanni Cattani, Silvio Brusaferro

Indice

Strutture per anziani e disabili in Lombardia: riaprirle!

Oggi, la maggior parte dei cittadini lombardi sta pian piano tornando alla vita “normale”. Tuttavia, alle persone più fragili e alle loro famiglie è negata tale opportunità a causa delle stringenti disposizioni emanate da Regione Lombardia, che ostacolano i “ricongiungimenti” affettivi e il sollievo delle famiglie dal carico assistenziale domiciliare.

Proprio in Lombardia, dove l’epidemia COVID19 ha colpito più duramente, è importante che tutti i servizi sanitari-assistenziali-sociali ritornino alla normalità, mantenendo comunque alta la guardia mediante l’applicazione rigorosa di tutte le misure preventive necessarie.

In tale direzione, APRIRE ha sottoscritto, insieme ad altre organizzazioni professionali, scientifiche, religiose, sindacali, del volontariato, la Lettera Aperta promossa da ConnettereSalute , inviata martedì 7 luglio alla Regione Lombardia per chiedere la revisione della normativa in vigore verso nuovi criteri che, in sicurezza:

  • semplifichino l’ammissione degli ospiti,
  • rendano possibile la visita dei familiari e l’uscita degli ospiti,
  • garantiscano il sostegno economico necessario affinché nessuna struttura, a causa dell’epidemia, si trovi costretta a chiudere.

Per raggiungere lo scopo, è stata aperta una sottoscrizione online di singoli cittadini: la Lettera Aperta sarà nuovamente inviata al Governo della Lombardia, con l’elenco dei cittadini firmatari, lunedì 20 Luglio.

APRIRE invita operatori e cittadini a
sottoscrivere la Lettera Aperta
e ad estendere l’invito ad amici, colleghi, contatti social

Link per invitare a sottoscrivere:
https://www.connetteresalute.it/2020/07/07/sottoscrivi-la-lettera-aperta-per-la-riapertura-delle-residenze-per-disabili-e-anziani-2/

Link per scaricare la Lettera Aperta:
  https://www.connetteresalute.it/wp-content/uploads/2020/07/LetteraApertaDgr3266Finale.pdf

 

Educazione Terapeutica e sostegno al caregiver della persona con compromissione dell’autonomia

E’ online il 15° capitolo del Manuale per operatori “Educare alla salute e all’assistenza redatto da Simonetta Di Meo, Silvia Biatta, Giulia Fogato, Giovanni Lamura, Silvia Pezzetta, Cinzia Vivori e Ermellina Zanetti.

Indice:

Riaprire le Strutture per anziani e disabili in Lombardia

APRIRE sottoscrive la “Lettera Aperta” promossa da ConnettereSalute che sarà inviata al Presidente e all’Assessore al Welfare della Regione Lombardia per chiedere la revisione della DGR 3226/2020 recentemente adottata e che sta impedendo, nei fatti, la ripresa di tutte le attività ordinarie delle strutture residenziali, già duramente colpite.

Con la Lettera Aperta si chiede:

  • l’ammissione sicura ma semplificata dei nuovi ospiti;
  • la possibilità di visita da parte dei familiari e l’uscita degli ospiti -soprattutto i giovani- dalle strutture residenziali, a condizione che la struttura metta in atto le misure preventive indicate dall’Istituto Superiore di Sanità;
  • la garanzia del sostegno economico necessario, anche avvalendosi dei fondi straordinari COVID, affinché nessuna struttura, a causa dell’epidemia, si trovi costretta a chiudere.
APRIRE invita Enti ed Organizzazioni
a sottoscrivere la “Lettera Aperta
dandone segnalazione a insieme@connetteresalute.it