VERSO UNA MEDICINA DI COMUNITA’

“I giorni più bui dell’emergenza Covid-19 hanno aperto una riflessione sull’importanza dei servizi territoriali. In Lombardia sono emerse le carenze sul fronte della prevenzione e le difficoltà incontrate dalle cure primarie, che la pandemia ha sorpreso senza adeguati strumenti di risposta. Ma anche la consapevolezza che dal territorio è necessario ripartire, per assicurare efficaci politiche di salute pubblica in una prospettiva di lungo periodo.”

Brescia Medica ha interpellato sul tema Fulvio Lonati, presidente di APRIRE, alla luce della sua lunga esperienza nell’ambito delle cure primarie e della medicina territoriale.

L’intervista “VERSO UNA MEDICINA DI COMUNITÀ – La lezione di Covid-19 e le strategie per valorizzare il territorio”:

  • è stata pubblicata il 1 Giugno 2020 su “Brescia Medica ai tempi del COVID-19”
  • è diretta da Ottavio Di Stefano, presidente dell’Ordine dei Medici, e Gianpaolo Balestrieri, direttore responsabile di Brescia Medica
  • è rivolta a Fulvio Lonati
  • affronta il tema delle criticità del sistema sociosanitario Lombardo nella gestione dell’emergenza Covid-19
  • promuove la medicina d’iniziativa e di comunità

BANDO AIEA: le prime tre tesi vincitrici!

Il bando AIEA premia le 3 migliori tesi per l’anno 2019 in tema di “umanizzazione delle cure”!

AIEA (Accogli e ascolta, Informa e spiega, Educa e stai vicino, Accompagna nelle cure) è il progetto promosso dall’Associazione Dall’Altra Parte, in collaborazione con APRIRE e la Banca di Credito Cooperativo di Brescia per l’assegnazione di premi a studenti in medicina e in infermieristica che abbiano prodotto tesi sulla umanizzazione delle cure.

A seguito di questo periodo emergenziale, la proclamazione e la consegna dei premi con apposito evento pubblico sarà posticipata, se possibile, dopo l’estate. Nel frattempo vi invitiamo a consultare la scheda informativa online per accedere alle 3 tesi vincitrici!

Tra i 13 candidati, ecco le tesi premiate… tutte al femmile!

  1. Marzia Failla – La Dignità Umana Nei Soggetti In Fase Terminale: Percezione E Responsabilità Infermieristica  (UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE – Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” – Roma – Corso di Laurea in Infermieristica)
  2. Elena Gaspari – Il viaggio verso il tramonto:  l’utilizzo della Medicina Narrativa nelle cure di fine vita (UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA – DIPARTIMENTO DI SPECIALITÀ MEDICOCHIRURGICHE, SCIENZE RADIOLOGICHE E SANITÀ PUBBLICA – Corso di Laurea
    in Infermieristica)
  3. Aurora Ruggeri – L’importanza Delle “Non-Technical Skills” Nel Processo Di Donazione Di Organi E Tessuti: Nuove Competenze Infermieristiche (UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA – DIPARTIMENTO DI SPECIALITÀ MEDICOCHIRURGICHE, SCIENZE RADIOLOGICHE E SANITÀ PUBBLICA – Corso di Laurea
    in Infermieristica)

P.S. Il bando AIEA è aperto! Le tesi discusse nel 2020 (anche quelle del corso di medicina) possono partecipare per il secondo anno, presentando la candidatura entro il 28/2/2021 accedendo al link: https://www.aprirenetwork.it/bando-aiea-accogli-e-ascolta-informa-e-spiega-educa-e-stai-vicino-accompagna-nelle-cure/.

COVID-19: ESEMPI DI BUONA PRATICA!

Nei mesi appena trascorsi, la maggior parte delle notizie circolanti riguardo COVID-19 si riferivano per lo più al numero di contagi e di decessi, all’eccesso di mortalità delle strutture residenziali o all’incapacità di garantire un’adeguata assistenza ai cittadini.

Molto raramente si è parlato di vicende positive ed esempi di buone pratiche avvenuti in tutti i contesti lavorativi sanitari e sociosanitari, ospedalieri o territoriali.

APRIRE vuole dare spazio ai casi virtuosi, diffondendo le esperienze positive verificatesi in questo periodo emergenziale.

Iniziamo riportando l’esperienza di una RSD bresciana che è riuscita, ad oggi, a tenere il Covid lontano dai suoi ospiti!

Clicca qui per accedere al video

… Potete segnalarci le vostre esperienze con video, immagini o articoli scrivendo all’indirizzo mail segreteria@aprirenetwork.it !

 

 

Management e Organizzazione delle Residenze Socio-Sanitarie: i bisogni formativi

Il bisogno di una formazione specifica, in grado di integrare competenze
manageriali e quelle tipiche del settore sanitario ed epidemiologico, è emerso prepotentemente durante l’emergenza Covid-19.

Tech4Care, ISTAO (Istituto Adriano Olivetti), Casa Grimani Buttari e APRIREnetwork intendono  sviluppare un Progetto formativo in Management e Organizzazione dei Servizi Residenziali Socio-Sanitari, rivolto a dirigenti, responsabili, coordinatori e collaboratori delle strutture al fine di aggiornarne le competenze gestionali e manageriali alla luce delle difficoltà di una popolazione anziana sempre più fragile ed esposta al rischio epidemico. La rilevazione del fabbisogno formativo è necessaria per definirne la struttura, le modalità di erogazione, la durata e i contenuti.

Accedi al questionario online di rilevazione dei bisogni formativi

Cap. 16 – La polifarmacoterapia nelle persone anziane: principi di appropriatezza e riconciliazione terapeutica

Capitolo del Manuale per operatori “educare alla Salute e all’Assistenza”

Autori: Pietro Delgiudice, Luca Arnoldo, Pierfrancesco Tricarico, Giovanni Cattani, Silvio Brusaferro

Indice

Torna all’indice del manuale Leggi tutto