Rapporto Osservasalute 2018

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane – Istituto di Sanità Pubblica – Sezione di Igiene dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – ha pubblicato il quindicesimo Rapporto Osservasalute.

I rapporti, pubblicati dal 2003, forniscono annualmente indicatori che descrivono lo stato del Servizio Sanitario Nazionale dal lato della spesa, dell’organizzazione del sistema e della performance in termini di salute e prevenzione.

Capitoli del Rapporto 2018 di maggiore interesse per l’Assistenza Primaria:

  • Assistenza territoriale
  • Dimensione cronica delle patologie in Medicina Generale: le “cronicità”
  • Fumo, alcol, alimentazione, eccesso ponderale e prevenzione
  • Assistenza farmaceutica territoriale
  • Salute materno-infantile

Clicca qui per accedere alla scheda informativa online

Analisi di scenario nazionale e regionale sulle carenze in medicina generale e strategie per il superamento della gobba pensionistica attraverso la revisione del rapporto ottimale per l’Assistenza Primaria

Pubblichiamo una scheda informativa sull’interessante e originale analisi elaborata da Claudio Cappelli, Medico di Continuità Assistenziale, a conclusione del Master in Economia e Management della Sanità, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.
Cappelli analizza, in relazione al rapporto ottimale per l’assistenza primaria, i medici iscritti ed “attivi” nelle 20 graduatorie regionali, la distribuzione di borse di formazione negli ultimi 5 anni e i pensionamenti e propone le strategie per affrontare la carenza determinata dal ricambio generazionale in corso.

Gli interventi palliativi nel grande anziano

Prosegue la pubblicazione online del Documento di Consenso  sulle Cure Palliative nel Grande Anziano a domicilio, nelle residenze e in hospice.
E’ disponibile la prima sezione del capitolo Gli interventi palliativi nel grande anziano dedicata a La discussione sulla pianificazione anticipata delle cure, articolata nei paragrafi:

Maggiori informazioni

Comunicare salute nei processi di cura: alcune traiettorie internazionali

E’ online il Capitolo 6 del Manuale per operatori “Educare alla salute e all’assistenza”redatto da Elisabetta Barzan, Valeria D. Tozzi di CERGAS-SDA Bocconi. 

Indice del capitolo

Sostieni APRIREnetwork!

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato l’elenco degli enti destinatari del contributo “5 X1000” relativo alle dichiarazioni del 2017: l’Associazione APRIRE, per la prima volta, potrà beneficiarne… ma solo da 11 “scelte” per complessivi 664,11€.

APRIREnetwork funziona, grazie al lavoro dei volontari, con un bilancio estremamente contenuto, nell’ordine di alcune centinaia di Euro all’anno (bilanci consuntivi: 2018, 2017, 2016, 2015): le entrate sono state garantite dalle quote associative dei 31 Soci dell’Associazione e da occasionali donazioni liberali.

A fronte di ciò, le piste di lavoro di APRIREnetwork, tutte non profit e tutte senza sponsor commerciali, stanno crescendo: se stai leggendo questa mail è perché sei uno dei 659 iscritti ad APRIREnews. Sostieni APRIRE tramite il 5×1000: non ti costa nulla!

Destina il tuo 5X1000 ad APRIRE

Come?

Accedi alla sezione dedicata alla “Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’IRPEF” della tua dichiarazione dei redditi (730, Modello CUD e Modello Unico).

Firma nello spazio dedicato a: “Sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale”.

Inserisci il codice fiscale dell’Associazione APRIRE:

98183960172