Focus: la Medicina Generale e l’Università: risultati dell’indagine

Come anticipato, pubblichiamo online i risultati del primo focus dell’indagine “Orgogliosamente MMG” su “La Medicina Generale e l’Università”:

Dall’indagine, promossa e organizzata dalle Associazioni “Liberi Specializzandi – ALS – Fattore 2a” e “APRIRE“, a cui hanno partecipato online 566 medici recentemente diplomati tramite il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale o frequentanti o aspiranti, in sintesi emerge che:

“Le attività formative inerenti la MG svolte durante il corso di laurea in Medicina e Chirurgia:

  • risulterebbero presenti solo in un quinto delle Università italiane e in un ulteriore terzo sarebbe previsto solo il tirocinio pre-laurea in MG;
  • il 73% dei partecipanti si ritiene “per nulla soddisfatto” (52%) o “poco soddisfatto” (21%), mentre solo il 2% ritiene l’offerta formativa durante il corso “soddisfacente” (solo per 9 atenei su 41 la valutazione media riscontrata supera il valore centrale della scala adottata);
  • si ritiene, dalla quasi totalità dei partecipanti all’indagine che debbano essere migliorate, sia introducendo lezioni frontali da parte dei MMG (70%), ma anche tirocini (63%), come per la possibilità di fare ricerca e tesi di laurea (37%), sia agendo su motivazione-qualità dei docenti, sulla distribuzione cronologica lungo il percorso di laura, sui contenuti formativi, sulla collocazione istituzionale degli insegnamenti. Ritenute poco utili le lezioni frontali tenute dai medici ospedalieri sulla medicina generale (11%).”
 
Nelle prossime settimane verranno pubblicati i risultati analitici delle diverse sezioni, annunciati da APRIREnews dedicate.